Bardhyl Alibali

Bardhyl Alibali è un artista di origini albanesi. Si avvicina giovanissimo all’arte e si specializza in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Tirana. Le opere di questa prima fase sono caratterizzate da un gusto classicista, che risente degli insegnamenti accademici di regime. In un secondo momento si trasferisce in Italia, a Firenze, dove frequenta l’Accademia locale e dove tutt’oggi vive e lavora.

La sua arte si apre finalmente a possibilità molto più ampie, inizia ad abbandonare i virtuosismi e le esteriorità per concentrarsi sulla resa volumetrica e sulla reale essenza dei suoi soggetti. Il tratto si fa più ampio e pastoso, mette da parte i pennelli ed inizia ad utilizzare la spatola, attratto dalle sue infinite possibilità di resa luministica.

Le sue composizioni si aprono su vedute cittadine, ma non è la resa fotografica dei paesaggi ciò che lo interessa ora. I suoi colori netti e decisi, quasi violenti, sono i protagonisti assoluti dell’opera, nonchè gli unici elementi che strutturano e animano la superficie del dipinto, come se ognuno di essi fosse una percezione o uno stato d’animo momentaneo che concorre a plasmare l’immagine raffigurata. La resa realistica dell’oggetto è sostituita dalla visione che ne dà l’artista dopo averla filtrata attraverso la sua sensibilità, con impressioni materiche in cui il colore struttura le forme e modula lo spazio, in una infinita sequenza di vibrazioni e movimenti, che donano corpo, anima e vita.

Una febbrile attività espositiva ha imposto Alibali all’attenzione di amatori, collezionisti e addetti ai lavori di tutto il mondo.

Opere dell'artista: