“RITRATTI “ – opere di VALERIA PATRIZI-

……Ogni domani è l’ardesia su cui ti invento e ti disegno,
pronto a cancellarti, non sei così, neppure con quei capelli lisci,
quel sorriso.
Cerco la tua somma, il bordo del bicchiere in cui il vino si fa
luna e specchio,
cerco quella linea che fa tremare un uomo
nella sala di un museo.
E poi ti voglio bene, nel tempo e nel freddo.

Julio Cortazar

Questo estratto della meravigliosa poesia di Cortázar è un inno all’atto creativo e alla ricerca della bellezza che è fatta di suggestioni ed assonanze.
I ritratti di ValeriaPatrizi sembrano nascere dalla stessa pulsione evocativa. I volti appena accennati di figure femminili emergono dalla nebbia della memoria. Nella vita reale sono state guerriere, banditesse, artiste o donne comuni, ma hanno tutte un tratto gentile e delicato e sono colte nell’espressione di un istante, che ne fissa per sempre l’intensità e ne svela la natura profonda.
Le opere di Valeria Patrizi sono realizzate su tela grezza  lasciata a vivo e invecchiata con caffè e bitume. Sono dipinte a carboncino con inchiostri colorati. A metà strada tra il ritratto a matita e la pittura parietale classica, proprio per queste caratteristiche uniche, ci restituiscono immagini senza tempo, dove la collocazione temporale si può cogliere solo dagli abiti o dalle acconciature.